Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

- in Christopher Nolan, Film 2012, Recensioni
2

Otto anni dopo la morte di Harvey Dent, Bruce Wayne (Christian Bale), ormai indebolito e sfiduciato, ha smesso i panni di Batman dopo essersi addossato la colpa dell’omicidio del procuratore, in modo da fornire al commissario Gordon (Gary Oldman) un capro espiatorio per portare avanti il decreto Dent e assicurare alle forze dell’ordine le risorse necessarie per vincere la lotta alla criminalità di Gotham. Ma il periodo di pace creato con il teatrale ed estremo rimedio viene violentemente interrotto quando il terrorista Bane (Tom Hardy), mercenario mascherato, prende il controllo della città tenendo in scacco la popolazione con un misterioso ordigno atomico. A quel punto, dopo varie vicissitudini tra cui un fortuito incontro-scontro con la misteriosa ladra Selina Kyle (Anne Hathaway), Bruce decide di riprendere il costume da uomo pipistrello per tornare ancora una volta a combattere la nuova minaccia criminale.

Scritto dal regista-produttore con il fratello Jonathan e David S. Goyer, è il terzo ed ultimo capitolo (drammaticamente segnato alla sua uscita dalla tragica strage di Aurora) della saga di Nolan tratta dai fumetti di Bob Kane. È un blockbuster d’autore di grandi mezzi e di grandi ambizioni, una cupa favola apocalittica raccontata come un epico thriller d’azione in cui convivono mirabilmente lo spettacolo fumettistico dai toni adulti, il film d’avventura fantastica con incursioni nel pulp e nella SCI-FI adrenalinica, e perfino il dramma umano con echi di mèlo simil-dickensiano. Stilisticamente e tecnicamente eccezionale (montaggio di L. Smith, musiche di H. Zimmer e fotografia di W. Pfister – con sequenze in spettacolare IMAX 70 mm – ), ad una prima parte un po’ troppo densa tra sovraffollamenti di personaggi, stratificazioni alla “Inception” e qualche macchinazione di troppo, si alterna una seconda metà davvero sensazionale, con esaltanti colpi di scena, effetti speciali mirabolanti e più di un momento da ricordare (oltre al finale lanciato verso il mito, lasciano il segno anche il riuscito bombardamento allo stadio, e l’assalto della città da parte di migliaia di criminali, in uno scenario che ricorda la presa della Bastiglia). In tutto questo, Nolan rimarca l’attenta indagine psicologica già presente fin dal primo “Batman Begins” per riprendere e continuare il tema della dualità tra bene e male anche attraverso il conflittuale dissidio tra doppiezza dell’eroe e fragilità dell’uomo (non a caso questa volta il primo lascia molto più spazio al secondo), mentre intorno e sullo sfondo la suggestiva ambientazione è di nuovo innalzata a vera e propria co-protagonista: come in una peculiare e moderna allegoria sulla società del nostro tempo, l’avveniristica megalopoli di Gotham rimane il piccolo-grande mondo decadente da salvare nonostante non lo meriti; perché, nonostante l’impietosa incombenza dei tempi bui, una speranza (ben incarnata anche dal commovente maggiordomo Alfred) può forse ancora essere possibile. Come al solito con Nolan, bene anche il gruppo (stellare) di interpreti: tra le vecchie conoscenze, il neo-oscarizzato Bale (ben supportato dai comprimari di lusso Freeman, Oldman e Caine) si conferma il miglior Batman sullo schermo; tra le new entry, oltre al giovane detective (e futuro Robin?) J. Gordon-Levitt, convincono anche le due “Bat-girls”, ovvero l’atipica dark lady di M. Cotillard e la Catwoman della inedita e sensuale A. Hathaway (che 20 anni dopo la versione di T. Burton riesce a reggere il difficile confronto con M. Pfeiffer), anche se a lasciare davvero il segno è il nuovo e riuscitissimo “villain” del possente e mascherato Tom Hardy che, inutili confronti a parte (e a prescindere dal discutibile doppiaggio di F. Timi) riesce nella difficile impresa di non far rimpiangere l’insuperabile Joker del compianto Heath Ledger.

Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno
Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno
Summary
"The Dark Knight Rises"; di CHRISTOPHER NOLAN; con CHRISTIAN BALE, TOM HARDY, ANNE HATHAWAY, MICHAEL CAINE, MARION COTILLARD, MORGAN FREEMAN, GARY OLDMAN, JOSEPH GORDON-LEVITT, MATTHEW MODINE, JUNO TEMPLE, TOM CONTI, BEN MENDELSOHN, ALON ABOUTBOUL, BURN GORMAN; azione; USA, 2012; durata: 165';
60 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

2 Comments

  1. Più o meno la pensiamo allo stesso modo, anche se per me c’è stata un po’ di delusione; mi aspettavo qualcosa in più.

  2. Per me l’episodio più equilibrato della trilogia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?