Biancaneve e il Cacciatore

Biancaneve e il Cacciatore

- in Film 2012, Recensioni
0

Imprigionata in una delle torri del castello dalla bella e crudele Ravenna (Charlize Theron), che ne sposò il re-padre per poi ucciderlo e usurparne il trono con l’ausilio di oscuri poteri, Biancaneve (Kirsten Stewart) riesce coraggiosamente a sfuggire alle stregonerie della matrigna, la quale però, decisa a sacrificarla per compiere la profezia che le darebbe l’eterna giovinezza, ordina ad un cacciatore (Chris Hemsworth) di ritrovarla e riportarla indietro. Ma inaspettatamente, quest’ultimo si rivelerà per Biancaneve un valido alleato: così, insieme a lui e ad un piccolo gruppo di nani esiliati, la ragazza si prepara a guidare una rivolta per sconfiggere Ravenna e liberare il regno dall’oscurità.

Prodotto da Joe Roth (“Alice in Wonderland”) e diretto dal regista di spot Rupert Sanders al suo esordio sul grande schermo, è la seconda rivisitazione dell’anno (dopo quella ridente e “carnevalesca” di T. Singh) di una delle più celebri fiabe dei fratelli Grimm. Per questa nuova rielaborazione dal respiro epico e dai toni dark-gotici, lo script a sei mani di Hossein Amini (“Drive”), E. Daugherty e John Lee Hancock (“Un Mondo Perfetto”, “The Blind Side”) verte sul processo di attualizzazione dei topos classici della favola in funzione di “miti” più moderni: così, se Biancaneve diventa un’eroina ribelle e proto-femminista in armatura e lo scialbo principe viene invece accantonato a favore del più interessante cacciatore, la regina è invece ossessionata dalla giovinezza ma anche da oscuri fantasmi del passato, mentre il regno in miseria è vittima di una guerra (inesistente nelle versioni classiche) così da non farsi mancare nemmeno qualche esplicita allusione alla crisi socio-politica contemporanea. Tra debiti con la trilogia tolkeniana di P. Jackson (creature, sortilegi, conflitto tra bene e male) e richiami al classico Disney (la sequenza degli animali nella foresta), in tale pur spettacolare mix di avventura e magia non tutto funziona e molto traballa (narrazione poco compatta e ritmo discontinuo, alcune cadute di nerbo e qualche ridondanza di troppo), ma d’altra parte la dispersiva disomogeneità di fondo può dirsi almeno in parte riscattata da più di un’intuizione felice (il villaggio delle “figlie” sfregiate, le gustose riletture dello specchio magico e della mela avvelenata), effetti speciali di qualità (l’eccellente lavoro sui nani, ovvero attori di rilievo efficacemente digitalizzati tra cui possiamo riconoscere Ian McShane, Bob Hoskins, Ray Winstone e Toby Jones), azzeccate ambientazioni (fotografia di G. Fraser, scenografie di D. Watkins, costumi candidati all’Oscar della grande Colleen Atwood) e soprattutto un vincente asso nella manica: Charlize Theron, che con la sua crudele, ammaliante e tormentata regina Ravenna ruba infatti ogni scena in cui appare, spesso surclassando l’ancora invece piuttosto acerba protagonista Stewart.

Biancaneve e il Cacciatore
Biancaneve e il Cacciatore
Summary
"Snow White and the Huntsman"; di RUPERT SANDERS; con KRISTEN STEWART, CHARLIZE THERON, CHRIS HEMSWORTH, SAM CLAFLIN, IAN McSHANE, RAY WINSTONE, TOBY JONES, BOB HOSKINS, NICK FROST, TOBY JONES, LILY COLE, EDDIE MARSAN; fantasy; USA, 2012; durata: 127';
50 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?