Before Midnight

Before Midnight

- in Film 2013, Recensioni
0

Ormai quarantenni, Jesse (Ethan Hawke) e Céline (Julie Delpy), sono ora sposati e con due figlie gemelle. Durante una vacanza in Grecia, si ritroveranno a riflettere e a confrontarsi sulla routine del loro rapporto e su ciò che potrebbe incidere sulla loro vita di coppia.

Con “Before Midnight” continua (si conclude?) il percorso romantico di Jesse e Céline iniziato con l’aurora viennese di “Prima dell’Alba” (1995) e proseguito con il tramonto parigino di “Before Sunset” (2004). Una trilogia dal tocco rohmeriano che per impostazione (un tempo di 9 anni tra un film e l’altro), struttura (lo svolgimento quasi in tempo reale, con grande spazio ai dialoghi) ed intenti (esplorare l’evolversi delle persone e dei sentimenti in differenti età della vita) può far pensare ad una controparte non documentaristica della serie “Up” di Michael Apted. Certo, le ambizioni antropologiche sono qui più ridotte, ma con “Before Midnight” la serie di Linklater raggiunge senza dubbio il suo momento più alto: perché, nonostante il piglio sia più o meno lo stesso dei film precedenti, nel nuovo “atto” notturno (ambientato su un’isola greca che richiama il “Viaggio in Italia” rosselliniano) la formula pare infatti aver acquisito, proprio come Jesse e Céline, una nuova maturità. Infatti, in questo terzo film “di parola” la tensione drammatica (data ancora dalla separazione e dalla distanza) è questa volta stemperata, non senza un inedito tocco di humour, da una serenità di coppia che, oltre che vissuta, è però anche consumata, in cui la comodità è a tratti solo apparente e la reciproca compensazione ha preso il posto di ambizioni ed idealizzazioni: oltre al romanticismo e a quei valori che rendono solida una relazione duratura, in questo confronto dolceamaro emergono infatti anche rancori e frustrazioni, perché alla fugace evanescenza del quotidiano si sono ora aggiunti una consapevolezza e un disincanto che, insieme al dolce deterioramento degli anni passati, portano anche la paura di quelli che verranno. Veicolate dalle autentiche interpretazioni di Hawke e Delpy (anche co-sceneggiatori, insieme al regista), le riuscite conversazioni fluiscono in lunghi piani-sequenza rincorrendo nuovamente la ricerca del non detto, ma anche (pur negandola) l’utopia di un amore infinito. Con intima grazia e sottile intelligenza, si attua così un processo di immedesimazione da cui scaturisce sincera emozione; perché quell’amore contrastato dalle banalità e dal logorio della vita reale, potrebbe essere quello di chiunque.

Before Midnight
Before Midnight
Summary
id.; di Richard Linklater; con Ethan Hawke, Julie Delpy, Seamus Davey-Fitzpatrick, Ariane Labed, Yota Argyropoulou, Athina Rachel Tsangari; drammatico; USA, 2013; durata: 108'.
70 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?