Il Profeta

Il Profeta

- in Film 2000-2009, Recensioni
0

Il diciannovenne analfabeta Malik (Tahar Rahim) entra in carcere dove deve scontare una pena di sei anni di reclusione. In prigione, il giovane comincerà una scalata nel mondo della malavita che lo porterà a diventare il “protetto” del potente boss di un clan di còrsi (Niels Arestrup).

Finalmente arriva in Italia il bellissimo film di Audiard che ha fatto incetta di premi in tutto il mondo, ottenendo anche una candidatura all’Oscar come miglior film straniero. In bilico tra il dramma carcerario e il thriller nero di sunsense, la pellicola si avvale di una costruzione e di uno stile tanto singorali quanto efficaci: a passaggi apparentemente lineari si alternano spettrali scene pseudo-oniriche di grande effetto, mentre la violenza che pervade l’intera vicenda risulta particolarmente efferata in alcune sequenze mentre è lasciata solo intuire in altre. Per di più, pur mostrando con secchezza la dura verità dell’ambiente carcerario, il film pare non voler esprimere esplicitamente una posizione etica, per andare invece al di là: astenendosi quindi anche dai giudizi, la pellicola racconta così con appassionata precisione l’iniziazione criminale di un protagonista il cui percorso nella malavita è reso magistralmente come un’ascesa personale al contrario, trovando il culmine nel simbolico e lirico finale che giustifica il titolo e che corona l’ambizione di innalzare il racconto ad apologo, se non addirittura a “parabola”. In tutto ciò, affrontando con coraggio temi pregnanti e scottanti come l’orgoglio interraziale, il confronto tra ideologie differenti e il contrasto tra bene e male (con un occhio di riguardo all’imprevedibilità del destino), “Il Profeta” è un filmone di due ore e trenta che coinvolge, sconvolge e fa riflettere, tra soluzioni stilistiche che lasciano il segno (davvero efficace, ad esempio, l’idea di una colonna sonora registrata in vere prigioni) e momenti di autentico cinema d’autore. Anche per godere appieno delle ottime interpretazioni degli attori, se ne consiglia la visione in lingua originale (nel pur discreto doppiaggio italiano la funzionale parlata “còrsa” è andata perduta). Gran Premio della Giuria a Cannes e ben 9 premi Cèsar.

Il Profeta
Il Profeta
Summary
“Un Prophète”; di JACQUES AUDIARD; con TAHAR RAHIM, NIELS ARESTRUP, ADEL BENCHERIF, REDA KATEB, HICHEM YACOUBI, JEAN-PHILIPPE RICCI, GILLES COHEN, ANTOINE BASLER; drammatico; Francia, 2009; durata: 155’;
80 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

About the author

Per informazioni più dettagliate sull'autore del blog (percorso di formazione, progetti lavorativi, contatti, etc.), vedere la pagina "Parlo di Me" nel menù.

Related Posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?