War Horse

War Horse

- in Film 2011, Recensioni, Steven Spielberg
2

Devon, campagna inglese, Prima Guerra Mondiale. Il giovane Albert (Jeremy Irvine) alleva e addestra con passione il cavallo Joey, vinto da suo padre ad un’asta cittadina. Quando però la famiglia del ragazzo decide di vendere l’animale all’esercito per cercare di risollevarsi dalle gravi difficoltà economiche, Albert decide di partire per il fronte, deciso a ritrovarlo.

Passando dalla seconda alla prima guerra mondiale, Steven Spielberg torna al kolossal dopo la parentesi animata de “Le Avventure di Tintin”: la materia viene dal romanzo per ragazzi di Michael Morpurgo, adattato per lo schermo da due sceneggiatori inglesi di successo come Richard Curtis e Lee Hall. Il fatto che “War Horse” giochi fin dall’inizio tutte le carte del cinema spielberghiano è al tempo stesso il suo pregio e il suo limite. Infatti, se da una parte l’approccio fanciullesco può essere la giusta chiave per esprimere con romanzesca intensità il nobile intento esistenziale, dall’altra il piglio volutamente sopra le righe rischia però, a tratti, di far scadere il tutto nella parabola favolistica dal sapore disneyano (al cavallo Joey manca solo la parola); per di più, sebbene il coinvolgimento emotivo risulti comunque efficace, il tutto non è comunque privo di programmatiche schematizzazioni e di eccessive gonfiature (la ridondante colonna musicale di John Williams); infine, il respiro epico da kolossal d’altri tempi è gustoso, ma al tempo stesso pur sempre macchiato di quella furba retorica hollywoodiana che spesso contraddistingue il cinema di Spielberg. Ad ogni modo, che il regista-ammaliatore sia uno dei più abili narratori dell’ultimo cinema americano è da sempre assodato, come confermano l’usuale e sapiente padronanza, la sontuosa confezione e la presenza di alcuni passaggi sicuramente notevoli (la sequenza della corsa di Joey tra le bombe, o il sottofinale in antitesi pacifista); e alla fine dei conti, tra palesi rimandi a David Lean e suggestivi tramonti alla John Ford, non si può negare che lo spettacolo sia comunque valido e assicurato, anche perchè animato da una passione per il cinema che, in mano ad un cantastorie di tale portata, va sicuramente oltre le semplici velleità citazioniste fine a se stesse. Per quanto riguarda il cast, il giovane protagonista Jeremy Irvine ne esce piuttosto discretamente, mentre Emily Watson e David Thewlis funzionano anche alle prese con personaggi di contorno un po’ troppo stilizzati. 2 candidature ai Golden Globes (film drammatico, colonna sonora) e 6 nomination agli Oscar: miglior film, fotografia (J. Kaminski), scenografia (R. Carter, L. Sandales), colonna sonora, montaggio sonoro, mixaggio sonoro.

War Horse
War Horse
Summary
id.; di STEVEN SPIELBERG; con JEREMY IRVINE, TOM HIDDLESTON, EMILY WATSON, PETER MULLAN, DAVID THEWLIS, BENEDICT CUMBERBATCH, TOBY KEBBELL, DAVID KROSS, GEOFF BELL, PATRICK KENNEDY; guerra; USA, 2011; durata: 146';
60 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

2 Comments

  1. Mi è sempre piaciuto tantissimo Spielberg per i suoi film che riescono a mettere d’accordo pubblico e critica, però questo proprio non mi convince! Non so se riuscirò ad andare a vederlo, ho come un rifiuto…

    1. @ Barbarella: Spielberg non è tra i miei registi preferiti, ma senza dubbio il suo è un cinema che sa farsi amare. A mio parere (e a quanto pare non solo) “War Horse” è un titolo minore nella sua filmografia, ma molti invece l’hanno amato visceralmente. Vedremo se il successo arriverà nonostante le critiche un po’ discordanti.

Leave a Reply to elia88 Cancel Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?