Nazarín

Nazarín

- in Anni 50, Luis Buñuel, Recensioni
0

Messico, poco prima della rivoluzione. Il giovane mendicante Nazarín (Francisco Rabal), povero tra i poveri, pratica le virtù del Cristianesimo con coraggio e determinazione. Ma con la sua missione, invece di portare la salvezza, finirà per danneggiare, oltre sè stesso, anche chi lo circonda.

Grande caposaldo della filmografia di Buñuel, è una sorta di libera e personalissima rivisitazione della passione di Cristo in chiave donchisciottesca: raccontando le disavventure di un uomo di fede che rincorrendo la santità con sincero eroismo finisce solo per andare incontro a dure sconfitte, “Nazarín” è una lucida e indimenticabile parabola pessimista sull’inapplicabilità e sull’inefficienza del messaggio cristiano in un mondo dominato da una società misera e brutale, in cui il caso e il fato prevalgono impietosi sulla volontà e sui valori dell’uomo.  Figurativamente misurato e pregno di significato (fotografia di Gabriel Figueroa, ricca di rimandi alla pittura di Goya), nonché attraversato da un’ambigua ironia amara e da passaggi di quel surrealismo beffardo tipico dell’autore, è un film straordinario per limpidezza di stile, sincerità nell’approccio, eccellente galleria di personaggi e sentita passione nei contenuti: il suo percorso ideologico è inesorabile, ma completamente spurio da qualsivoglia verbosa velleità predicatoria.  Gran premio della Giuria al Festival di Cannes.

Nazarín
Nazarín
Summary
id.; di LUIS BUÑUEL; con FRANCISCO RABAL, MARGA LOPEZ, JESUS FERNANDEZ, IGNACIO LOPEZ TARSO, LUIS ACAVES CASTANEDA, OFELIA GUILMAIN, NOE MURAYAMA, ROSENDA MONTEROS; drammatico; Messico, 1958; B/N; durata: 96’;
100 %
Voto al film
User Rating : 0 (0 votes)

About the author

Per informazioni più dettagliate sull'autore del blog (percorso di formazione, progetti lavorativi, contatti, etc.), vedere la pagina "Parlo di Me" nel menù.

Related Posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?